Novellino: «Non mi spiego perché perdevano tempo»

da Genova

Il solito Adriano che chiede palla, fa zig-zag nell'area blucerchiata, vede Antonioli e fa boom con la facilità di sempre. Lo voleva questo gol, e il brasiliano si è preso la prima pagina del match a modo suo: «Sono felicissimo per questa rete, adesso voglio conquistare la qualificazione per i mondiali: così, tornerò ancora più carico». E, prima di salutare tutti, ancora un avviso. Miele per il pubblico nerazzurro: «Voglio alzare la Coppa Italia davanti ai miei tifosi». Che tradotto si legge proprio così: tranquilli, nessun problema, ci sarò. Esteban Cambiasso guarda indietro: «L'Inter di oggi è diversa da quella che aveva iniziato il campionato».
Dall'altra parte, Riccardo Garrone, numero uno della Samp, se la prende con la sfortuna: «Siamo stati superiori in tutto all'Inter, pazienza: comunque, ce la giocheremo fino alla fine», mentre Walter Novellino, tecnico doriano, conclude con un pizzico di rabbia: «Non capisco perché loro dovevano perdere così tanto tempo. Una squadra come l’Inter non dovrebbe ricorrere a certi espedienti».

Annunci

Altri articoli