Novellino: «Sampdoriani, tutti allo stadio»

L'Europa chiama, alla Sampdoria tocca rispondere. Saranno novanta minuti decisivi per i blucerchiati quelli di oggi, una gara da dentro o fuori più che mai quella con il Palermo, diventata una diretta concorrente per un posto in coppa Uefa. Una partita a cui la Sampdoria, caso strano, arriva ancora con le ossa rotte. Nel caso si tratta di quelle nasali di Marcello Castellini, la cui presenza è in forte dubbio. Ieri pomeriggio a Bogliasco, è arrivata una nuova maschera in fibra di carbonio direttamente da Parma che potrebbe servire al giocatore blucerchiato per scendere in campo senza il rischio di complicare le micro fratture rimediate dopo uno scontro di gioco giovedì pomeriggio, in allenamento. Ieri mattina, il centrale difensivo si è allenato con i compagni indossando la maschera in fibra di carbonio già vestita da Fabio Bazzani durante la stagione 2003/04 e con la quale riuscì a segnare anche una rete, di testa, contro l'Ancona, regalando la vittoria ai blucerchiati al «Del Conero».
Novellino, sull'impiego di Castellini è speranzoso ma prudente: «La maschera gli potrebbe permettere di giocare- spiega il tecnico- ma la decisione spetta solo a Marcello. Purtroppo, giocando da difensore centrale è consuetudine colpire il pallone di testa e questo gli potrebbe creare traumi continui. Sceglierà lui in tutta tranquillità, dopo aver provato la nuova maschera. Altrimenti è pronto Sala».
Ancora problemi di formazione per il tecnico della Samp ormai abituato ad essere perseguitato dalla sfortuna in questa stagione, ma Novellino non drammatizza e cerca di concentrarsi sul Palermo: «Sappiamo che ci rimane una briciola di speranza, non dobbiamo demordere. - commenta- Scendiamo sempre in campo per vincere e in questa partita sarà ancora più fondamentale centrare un risultato pieno, per questo chiedo ai tifosi di starci vicino; ci serve l’appoggio di tutto lo stadio».
Non è difficile intuire la formazione dei blucerchiati che, sciolto il dubbio tra Castellini e Sala in difesa, si affideranno a Gasbarroni e Tonetto sulle corsie laterali di centrocampo. Un altro interrogativo potrebbe riguardare l'attacco dove non si prevede l'utilizzo di Foti ed il ballottaggio è tra Kutuzov e Colombo. L'ex ascolano, ha recuperato dopo l'infortunio alla caviglia dovrebbe essere il favorito, come ammette lo stesso Novellino, escludendo la possibilità che possa giocare il giovane talento blucerchiato dal primo minuto: «Foti dall'inizio? Ci sono anche Kutuzov e Colombo in forma e credo che la scelta riguarderà loro due».
Il Palermo intanto si è allenato alla Sciorba ieri mattina. La squadra di Papadopulo non riuscirà a recuperare Accardi mentre Santana, che si è allenato a parte a causa di una botta alla schiena rimediata nel corso della gara di coppa Uefa contro lo Shalke 04, andrà in panchina. In attacco Caracciolo punta avanzata, in appoggio avrà Di Michele e uno tra Gonzalez e Brienza con il primo favorito sul secondo.