Le novità da Cupertino: i Mac diventano più veloci

I modelli della nuova linea hanno una videocamera integrata e con il telecomando diventano tv portatili

Massimo Carboni

da Milano

Chi si interessa di «cose Apple» da tempo aspettava con fibrillazione un’evoluzione nell'architettura dei processori dei pc portatili o powerbook. Questi prodotti ormai erano diventati un po’ obsoleti in termini di prestazioni, essendo ancora legati al «vecchio» processore G4 mai sostituito, per problemi di spazio fisico, dal nuovo G5 già in uso negli iMac e nei modelli di fascia professionale.
Aspettative in parte illuse o vanificate, almeno fino a pochi giorni fa quando l’amministratore delegato Steve Jobs ha presentato i primi portatili equipaggiati con processore Intel ben 4 volte più veloci dei vecchi modelli con processore G4.
Tutti i modelli della nuova linea di portatili denominata MacBook Pro hanno una videocamera iSight integrata per organizzare videoconferenze immediate utilizzando il premiato software Apple iChat AV, o per registrare podcast video e iMovie con iLife '06.
MacBook Pro include anche Photo Booth, che permette agli utenti di scattare istantanee con la videocamera iSight integrata, di aggiungere effetti visivi e di condividere le immagini al tocco di un tasto. Il nuovo notebook di Apple è inoltre il primo a integrare la rivoluzionaria tecnologia per l’esperienza multimediale Front Row che consente, attraverso l’uso del telecomando incluso di trasformare MacBook Pro in un vero «cinema portatile».
Front Row offre agli utenti un modo semplice per divertirsi con i contenuti del Mac attivando a distanza la libreria musicale di iTunes, le sequenze degli album fotografici di iPhoto, i video, inclusi podcast, iMovie e Dvd, e i trailer di famosi film disponibili su apple.com, il tutto con una portata di circa 9 metri. Un’altra sostanziale novità, per certi versi geniale, specie per chi spesso inciampa nel cavo del portatile è il connettore di alimentazione magnetico MagSafe, studiato specificamente per gli utenti mobili.
Con esso è ancora più semplice ricaricare la batteria del portatile: l’aggancio tra il cavo di alimentazione e MacBook Pro è infatti magnetico. Se il cavo viene sottoposto a una qualsiasi sollecitazione, MagSafe si stacca immediatamente dal computer.
Tutti i nuovi MacBook Pro sono forniti con l’ultima release del sistema operativo Mac OS X versione 10.4.4 «Tiger». I modelli, disponibili da febbraio sono due: MacBook Pro 15 pollici a 1,67GHz, ad un prezzo di 2,159 euro e a 1,83GHz, ad un prezzo di 2,699 euro (iva inclusa). È stata rinnovata anche la linea degli iMac con l’introduzione anche qui del nuovo processore Intel capace di garantire prestazioni due volte superiori al vecchio processore G5 in uso sugli ultimi modelli. Il prezzo di partenza per la configurazione base è 1,379 euro.