Nozze cattoliche per la Kidman E la Arquette si sposa a Venezia

Nicole all’altare col cantante Keith Urban tra centinaia di fan

Daniela Uva

Boccoli biondi coperti dal velo, orecchini di perle, abito color avorio, un piccolo bouquet di rose bianche fra le mani. Nicole Kidman è arrivata alla cappella del collegio di St. Patrick a bordo di una Limousine color crema. Ad aspettarla, sull’altare, Keith Urban. L’attrice ha scelto il suo Paese, l’Australia, per dire sì al cantante country al quale è legata dal 2005. In una cornice da favola – la piccola cappella gotica sorge su un’altura che si affaccia sul porto di Sydney e sull’oceano – la coppia si è giurata eterno amore con rito cattolico davanti a 230 invitati, fra parenti e amici.
La star è entrata in chiesa intorno alle 5 del pomeriggio (in Italia era mattina) accompagnata da suo padre Anthony. Damigella e paggetto d’onore Isabella e Connor, i due figli adottati durante il precedente matrimonio con Tom Cruise. La fine della cerimonia è stata annunciata con il suono di cento campane in festa. Subito dopo, gli ospiti si sono trasferiti sotto un gazebo bianco, nel parco del collegio, per il ricevimento. La Kidman, 39 anni, è apparsa più eterea e radiosa che mai, avvolta nel romantico vestito bianco disegnato da Nicolas Ghesquiere per Balenciaga. Per tutto il tragitto, fino al suo arrivo in chiesa, ha salutato e sorriso allo stuolo di fan e giornalisti accorsi per l’evento. Blindatissima, invece, la cerimonia. La coppia non ha concesso alcuna esclusiva per fotografie o riprese e ha distribuito un’unica immagine che li ritrae abbracciati e sorridenti.
Numerosi i vip presenti, a cominciare dal grande amico della sposa, Russell Crowe. C’erano anche Naomi Watts, Rupert Murdoch con la moglie Wendi Deng, l’attore Hugh Jackman e il regista Buz Luhrmann (ovviamente addetto alle riprese). «È la priorità delle loro vite», ha detto Paul Coleman, il prete che ha celebrato le nozze. Sarà, ma l’attrice si è comunque voluta tutelare con un accordo prematrimoniale. Fra le clausole previste, in caso di separazione, gli alimenti (circa 600mila dollari per ogni anno di matrimonio) che la diva si è impegnata a riconoscere al consorte e l’affidamento congiunto degli eventuali eredi. Da favola anche la cornice scelta da un’altra attrice di Hollywood: Patricia Arquette. La star americana – ex moglie di Nicolas Cage – ha sposato ieri il suo collega Thomas Jane a Venezia, nel bellissimo Palazzo Contarini. Presenti solo una sessantina di selezionatissimi ospiti.