Nozze immobiliari tra Gabetti e Gaiana

Fissato un concambio di 0,51 per ogni azione della società genovese

da Milano

Gabetti Property Solutions si fonde con La Gaiana, suo socio di riferimento col 30% del capitale. I consigli di amministrazione delle due società hanno esaminato e approvato ieri le linee generali di un progetto di integrazione. La fusione avverrà con l’incorporazione de La Gaiana in Gabetti con un concambio di 0,51 azioni ordinarie di quest’ultima per ogni azione della società genovese. Il soggetto che nascerà dalla fusione manterrà il nome Gabetti Property Solutions e continuerà a essere quotato a Piazza Affari, dove ieri in attesa del comunicato sulla fusione i due titoli sono stati sospesi dagli scambi. Per preservare il brand La Gaiana, il marchio e il patrimonio saranno conferiti a una società di nuova costituzione che potrà così beneficiare delle sinergie legate alla gamma di servizi offerti da Gabetti e alla presenza territoriale della rete di agenzie immobiliari. Il completamento dell’operazione, della quale i consigli di amministrazione hanno approvato ieri le linee guida, è previsto per giugno 2007.
Entro la fine dell’anno il progetto di fusione verrà approvato dai consigli di amministrazione, che dovranno anche decidere in via definitiva sul concambio. In base al rapporto deciso ieri, la famiglia Giordano, già prima azionista de La Gaiana, avrà il 29,7% del capitale del nuovo gruppo immobiliare, Marcegaglia (che ai Giordano era legata in un patto ne “La Gaiana”, sciolto il 13 ottobre) il 13,1%, Barclays Bank il 12,8%, Giovanni Gabetti il 10,3%, Elio Gabetti il 6,7%, Generali Properties il 3,2%, Mr Capital (Maurizio Monteverdi) il 3,2%, Gian Luigi Croce il 2,4%, Istituto Ligure Mobiliare il 2,2 per cento.