Nozze miste e fasulle: combinate due su tre

Dall’inizio dell’anno, Palazzo Marino ha bloccato 56 matrimoni combinati su 92 richieste presentate da coppie miste. Per lo più si tratta di donne rom romene (comunitarie) e cittadini nordafricani (extracomunitari). Un modo, le nozze false, con cui i clandestini riescono a ottenere il permesso di soggiorno. Non solo. Dal 2004 a oggi, infatti, sono circa 200 le persone denunciate per aver truccato i propri documenti d’identità. Tre gli arresti, cinque le espulsioni e 19 le denunce all’autorità giudiziaria, che con il pm Giovanni Narbone ha da tempo aperto un fascicolo a carico di 9 stranieri accusati di false dichiarazioni rese a pubblico ufficiale.
«Milano non è un “matrimonificio”», spiega l’assessore ai Servizi Civici Stefano Pillitteri. Per il vicesindaco Riccardo De Corato, «con i finti matrimoni i clandestini cercano di aggirare la legge sull’immigrazione. Ora il Governo ci dia gli strumenti adeguati per affrontare il fenomeno».