Nube di gas sulla scuola, 6 bimbi intossicati

La sostanza, emessa da un’azienda chimica, si è poi dissolta. Gli scolari sono finiti all’ospedale, due sono stati subito dimessi

Paura ieri mattina a Lainate per una nube maleodorante, sprigionata da un’industria chimica a seguito di un guasto, finita sopra una scuola elementare. Qualche cittadino ha avuto problemi, ma soprattutto quattro bambini di 6 anni, che frequentano il primo anno del plesso scolastico di via Sicilia, si sono sentiti male e sono stati portati in ospedale per le cure necessarie. Due di loro hanno potuto far ritorno a casa, gli altri sono stati trattenuti in osservazione e probabilmente verranno dimessi in mattinata. L’incidente è avvenuto poco dopo le 11 presso l’azienda Icap, specializzata nella produzione di resine per vernici. Per cause in corso di accertamento, verosimilmente un guasto a un reattore che miscela le sostanze utilizzate per la concia delle pelli, sono fuoriusciti una ventina di chili di etilacrilato, che hanno prodotto la preoccupante nube composta da sostanze chimiche. Quest’ultima, sebbene non possa essere considerata tossica, produce irritazioni a pelle e mucose. Il vento l’ha spostata verso il centro di Lainate, facendola stazionare prima di dissolversi, proprio sopra la scuola elementare, che ospita centinaia di alunni.
«Quattro bimbi hanno accusato nausea e forte mal di testa – hanno spiegato ieri sera in un comunicato i sanitari dell’Asl -; pertanto sono stati subito portati al Pronto soccorso dell’ospedale di Rho. Al momento due risultano ancora ricoverati, senza alcuna sintomatologia e con i primi esami di laboratorio negativi».
Sul posto sono intervenuti i tecnici dell’Arpa, insieme con i vigili del fuoco e i carabinieri che hanno dirottato il traffico su altre arterie stradali. Accertato il cessato pericolo, essendo esaurita l’emissione, i sanitari hanno fatto arieggiare i locali della scuola.