Nucleare Bollino (Gse): bene il piano del governo

Positiva la valutazione di Carlo Bollino, presidente di Gse (Gestore servizi elettrici) sulla gestione del dossier nucleare da parte del governo. «Il governo e il ministro Scajola hanno scelto la miglior procedura possibile, partendo dalla gestione condivisa con gli enti locali delle localizzazioni dei siti nucleari». Il presidente del Gse lo ha dichiarato durante il convegno organizzato a Roma per presentare il rapporto Gse-Iefe dell’Università Bocconi sulle opportunità generate dalle rinnovabili per l’industria italiana. «La strada maestra da seguire - ha aggiunto Bollino - mi auguro sia quella di annunciare i siti tutti insieme, e non uno per volta, in modo da contribuire ad un dibattito più costruttivo». E ha dichiarato che «con il nucleare la bolletta elettrica della classe meno abbiente scenderà». Bollino ha affermato di non temere alcuna concorrenza negli investimenti che il governo destinerà al nucleare, a danno delle rinnovabili: «Ogni euro dato all’uno è un euro dato all’altro». «Lo sviluppo del nucleare è complementare a quello delle rinnovabili - ha proseguito Bollino - è un aereo che vola con due ali, perchè è positivo lo sviluppo di tutto quello che contribuisce a ridurre le emissioni di CO2».