Nucleare, Mosca: "Momento giusto per disarmo"

All’indomani dell’<strong><a href="/a.pic1?ID=333855">incontro del capo
della diplomazia russa con il segretario di Stato Usa Hillary
Clinton</a></strong>, Mosca si dice disposta a rinegoziare lo Start1. Il ministro degli Esteri Lavrov: &quot;Bisogna uscire da un'inerzia nefasta e andare più lontano nel disarmo nucleare&quot;

Ginevra - Il ministro degli Esteri russo, Sergei Lavrov, ha detto che è arrivato "il momento giusto" per fare passi in avanti sul disarmo. La dichiarazione arriva all’indomani dell’incontro del capo della diplomazia russa con il segretario di Stato Usa, Hillary Clinton, e si rivolge a tutte le potenze mondiale riunite a Ginevra, durante la Conferenza sul Disarmo sposorizzata delle Nazioni Unite.

L'apertura di Mosca "Oggi per la prima volta dalla fine della Guerra Fredda è arrivato il momento giusto - ha detto Lavrov - per compiere progressi reali nel rilancio del processo globale di disarmo sul piano internazionale". l ministro ha quindi esortato la conferenza ad uscire da una "nefasta inerzia" e ad andare "più lontano nel disarmo nucleare". Solo ieri, Lavrov ha concordato con il suo omologo americano, Hillary Clinton, di collaborare per arrivare a un accordo sul Trattato di riduzione delle armi strategiche (Start-1) entro la fine del 2009.