Nudo in un bordello: arrestato il capo della polizia di Teheran

Reza Zarei è stato arrestato perché trovato in compagnia di sei prostitute. A lui era stato affidato il delicato compito di "moralizzare" la
città

Teheran - Il capo della polizia di Teheran, Reza Zarei, a cui era affidato il delicato compito di "moralizzare" la città, è stato arrestato perché trovato nudo in un bordello in compagnia di sei prostitute. Lo riporta Ynet, l’edizione online dello Yedioth Ahronoth, che cita il sito web Farda news. Zardei si è dimesso.

Secondo un altro popolare sito web iraniano, Gooya, a ordinare l’irruzione nel bordello è stato l’ayatollah Mahmoud Hashemi Shahroudi, il capo dell’autorità giudiziaria. Nell’ultimo anno Zarei era stato incaricato di far rispettare il codice di condotta islamico alle donne, con lo scopo di «moralizzare la città» di Teheran. Si sospetta che negli ultimi sei mesi centinaia di giovani siano stati arrestati per non aver rispettato il codice di condotta. Voci sull’incidente del bordello circolavano nel Paese da due due settimane, e la scorsa settimana Zarei è stato sostituito dopo aver servito per quattro anni come capo della polizia di Teheran. La notizia dell’arresto non è stata diffusa da nessuna agenzia ufficiale iraniana.