Nulla, non c’è alcun pericolo

Nulla, perché i pericoli di un contagio sono stati scongiurati. Il periodo di incubazione dell’influenza suina, infatti, è di sette–dieci giorni al massimo. Se in questa settimana sorgono dei sintomi, allora, bisogna allertare immediatamente il medico di famiglia che contatterà l’asl competente con una procedura d’urgenza. Se invece siete colpiti da un raffreddore o da una febbre dopo due o tre settimane, dovete dare la colpa agli sbalzi stagionali e alle piogge ma non all’influenza suina.