Numeri da record per un Genoa sempre più solo in vetta

Luca Russo

Il pareggio dei record con il Padova ha regalato un punto in più di vantaggio sulla seconda, ma ha lasciato l'amaro in bocca per una fuga che con la vittoria avrebbe ucciso definitivamente il campionato.
Il trentaquattresimo risultato utile consecutivo, che ha superato il primato degli anni '20 è arrivato al termine di una gara dai due volti con un Genoa arrembante nei primi quaranta cinque minuti di gioco e una squadra annebbiata nella ripresa complici scelte tattiche discutibili. Anche l'attaccante paraguaiano è da rivedere mentre Mamede è apparso anonimo e avulso dal gioco rispetto al debutto convincente di Fermo. Iliev ha invece incantato il pubblico del Ferraris con dribbling, accelerazioni e scambi con Grabbi.
Domani alla ripresa degli allenamenti al centro Signorini è atteso inoltre Vincenzo Moretti. Il terzino sinistro prelevato dall'Avellino potrebbe già debuttare nel posticipo di martedì prossimo al Ferraris con il Novara quando mancherà Bacis squalificato.
Da valutare poi le condizioni di Fusco alle prese con un risentimento muscolare della coscia sinistra che difficilmente lo riporterà in campo entro breve tempo. Sul fronte delle cessioni oggi, ultima giornata del calcio mercato, si potrebbero decidere le sorti di Lamacchi, Scarpi e forse De Vezze che, chiuso da Mamede, potrebbe finire a Catanzaro.