Un numero 10 tutto genio e sregolatezza

Segni particolari: fantasista. Evaristo Beccalossi - classe 1956, coniugato e padre di una splendida ragazza, Nagaja - è stato il classico numero 10. Genio e sregolatezza, ha fatto impazzire di goduria i tifosi nerazzurri per tutte le sei stagioni, dal 1978 all'84, in cui ha indossato la maglia dell'Inter, squadra di cui è rimasto tifoso. Non poteva che essere così per uno che, nell'80, con quella maglia ha vinto pure uno scudetto, «giocando in una squadra tutta italiana» tiene lui stesso a far notare.
Adesso fa l'opinionista tv a Telelombardia e Antenna 3, oltre al commentatore per Rai e Mediaset.