La nuova boxe giapponese sbarca nella Capitale

In America sta soppiantanto gli incontri di boxe, anche grazie al reality che lo celebra, «Ultimate Fighting»; va fortissimo in Giappone e in Brasile, dove si chiama «Valetudo». È lo Shooto, disciplina sportiva a metà strada tra il pugilato e la lotta, dove sono ammessi calci, pugni e altri colpi e si combatte in piedi come a terra, al tappeto. Lo Shooto arriva per la prima volta in Italia, a Roma. E sarà in scena stasera al «Carnaval Villaggio Multisala» di via Pontina, 501, in uno spazio all’aperto che si trasformerà in una sorta di «Fight Club». Nel locale di Alessio e Aldo Ceccarelli, lo Shooto si metterà in vetrina per farsi ammirare e amare anche dai romani. Sul ring si sfideranno 8 campioni (2 per nazione) che arrivano dal Brasile, dal Portogallo, dalla Svizzera e dall’Italia. L’incontro, inoltre, è valevole per le classifiche mondiali (la finale si terrà in Giappone).