La nuova «Dice roulette» entra in servizio al casinò di Sanremo

Al posto della ruota e della pallina tre dadi: il cliente diventa croupier

Federico Marchi

«È questo l'inizio del nuovo corso del nostro casinò». Così Christian Lefebvre, direttore generale della casa da gioco di Sanremo, annuncia l'inaugurazione della nuova sala Liberty prevista per giovedì prossimo. Un nuovo tassello del piano di rilancio 2006, partito ad aprile con l'introduzione di nuovi massimi e minimi, con una forbice più allargata, per le puntate dei giochi francesi ed americani. Nella nuova sala, dove fino a poche settimane fa era presente il ristorante «Biribissi», saranno ospitati giochi tradizionali e slot machines. I clienti affezionati ai tavoli verdi potranno così giocare all'Hold'Em Poker, alla Fair Roulette e al Black Jack.
La novità principale è però costituita dalla Dice Roulette, un particolarissimo gioco in esclusiva in Italia per un anno. In pratica si tratta di una roulette dove al posto della ruota e della pallina ci sono tre dadi. Un gioco che così trasforma il cliente in un vero e proprio croupier, unico responsabile quindi, con il lancio dei tre dadi, della propria fortuna. Le puntate vanno da un minimo di 2 euro fino ad un massimo di 20 a giocata. A contorno della sala ci saranno anche 47 slot machines destinate ad un pubblico più ampio. Le macchinette, che adotteranno format televisivi e cinematografici riconoscibili dal pubblico, avranno montepremi dinamici con un sistema di vincite più frequente.
In totale al casinò di Sanremo saranno posizionate 96 nuove slot machines, molte delle quali tecnologiche come le video slot E-motion Atronic, che riproducono il gioco del noto format televisivo «Deal or no deal», e le videoslot Trimeline ispirate alla serie di Terminator. Già molto gettonata dal pubblico è la «corsa dei cani» con alcuni magnifici levrieri impegnati a raggiungere l'ambita preda che darà la vincita al cliente.
Giovedì mattina, al primo piano dell'ex sala Dorata, sarà poi inaugurato anche un nuovo privè con arredi particolarmente eleganti riservato ai giocatori vip che, durante le pause di gioco, potranno accedere alla nuova esclusiva tavola fredda «la palme d'or», che può soddisfare fino a 60 persone con piccole portate particolarmente raffinate. «Crediamo che queste innovazioni strutturali e di offerta del gioco possano essere appetibili, accrescere la fidelizzazione dei nostri attuali clienti e l'interesse di altri potenziali giocatori - sottolinea il direttore Lefebvre - Grazie al nuovo Privè, i clienti che avevano preferito la Costa Azzurra sono tornati a visitarci».
Il casinò di Sanremo vuole però mantenere sempre quella connotazione culturale che si lega anche alla sua storia. Per questo, dopo aver festeggiato i primi cento anni della casa da gioco sanremese, giovedì 6 luglio verrà anche tagliato il nastro per la mostra «100 anni di slot» che rimarrà aperta, ad ingresso libero dalle 14.30 alle 21.30, fino al prossimo 31 agosto.