La nuova frontiera del sesso: basta un chip per l'orgasmo

Un gruppo di scienziati di Oxford sta sviluppando un<em> chip</em> in grado di stimolare l’orgasmo direttamente nel cervello: usato già come trattamento per i malati di Parkinson

Londra - Un gruppo di scienziati dell’Università di Oxford sta lavorando allo sviluppo di uno speciale chip in grado di stimolare l’orgasmo direttamente nel cervello. Questo sistema elettronico, che crea un piccolo shock nel cervello, è stato già utilizzato negli Stati Uniti come trattamento per i pazienti malati di Parkinson.

Le ricerche Ora i ricercatori, guidati da Morten Kringelbach, stanno concentrando i loro sforzi sulla corteccia orbitofrontale, associata alle sensazioni di piacere provocate dal cibo e dal sesso. Tipu Aziz, collega di Kringelbach, ha però dichiarato che "non ci sono prove che questo tipo di chip possa funzionare". Pochi anni fa uno scienziato ha impiantato un dispositivo simile nel cervello di una donna che soffriva di un forte calo di desiderio sessuale. Grazie a questa macchina però è riuscita a cambiare completamente, e gradualmente, la propria vita sessuale. Ma Azuz ha comunque precisato che un tipo di intervento del genere è invasivo e che, per questo, sarebbe necessario sviluppare dispositivi meno "grezzi". Nel frattempo negli Usa è già in fase di sviluppo una macchina elettronica, ideata da Stuart Meloy, che provoca sensazioni sessuali stimolando il midollo spinale.