Nuova giunta, An sfida la Moratti

Sabrina Cottone

La soluzione del rebus giunta non arriverà prima della prossima settimana e passerà attraverso il colloquio tra Letizia Moratti e Silvio Berlusconi previsto per domani. «Preferisco metterci qualche giorno in più, ma avere una squadra che risponda davvero a tutte le esigenze e alla complessità di una città come Milano», spiega il sindaco davanti alle telecamere del Tg3. Il problema principale da risolvere è il braccio di ferro tra la Moratti e An sulla scelta degli assessori, dal quale Forza Italia si è già chiamata fuori durante il vertice di ieri tra i partiti della maggioranza. La coordinatrice regionale, Mariastella Gelmini, non nega divisioni interne ma esclude contrapposizioni con Letizia Moratti e ha già presentato la rosa di candidati azzurri alla giunta: «Il nostro principale, comune, obiettivo è creare una squadra in grado di competere con il governo. Quello della Moratti è un lodevole tentativo di far tornare Milano capitale». Lo scoglio principale è An. Ignazio La Russa non accetta il criterio della rosa di nomi da proporre alla Moratti così che lei possa scegliere quelli che preferisce. (...)