La nuova Italia Uno cancella i reality e punta sui comici

da Milano

Il problema di Italia Uno è trattenere i suoi giovani spettatori. In fuga verso il satellite. Perché Sky va a pescare nello stesso pubblico: più colto, più dinamico e con più soldi. E, allora, per limitare i danni, il direttore di Italia Uno Luca Tiraboschi, tanto per cominciare, ha deciso di eliminare i reality, almeno per i prossimi mesi. Il dato più evidente che salta all’occhio nel palinsesto di Primavera (si chiama così ma comincia già dalla prossima settimana) presentato ieri mattina a Milano è, infatti, la cancellazione del reality La Talpa, andato in onda lo scorso anno con la conduzione di Paola Perego e con buoni risultati di share. Ma gli alti costi e la linea troppo aggressiva ne hanno decretato la morte. In autunno, a scanso di equivoci, tornerà però il fortunato La pupa e il secchione.
Così Italia Uno, senza cambiare sostanzialmente il proprio palinsesto, si concentra su tre elementi: la comicità, lo sport e gli approfondimenti di Lucignolo e della struttura dei Tg di Mario Giordano. «Per trattenere il nostro pubblico - spiega Tiraboschi - dobbiamo specializzarci ancora di più sulla identità giovanile. E quindi puntiamo su programmi all’insegna del buonumore e dei telefilm. Tra i bambini e i giovani siamo la prima rete e, sul totale del pubblico, restiamo la terza, dopo Raiuno e Canale 5. Siamo molto contenti dei nostri ascolti nonostante la flessione del 2006 rispetto al 2005. Il nostro obiettivo di share resta tra il 10,5 e l’11 per cento».
Dunque, tra i volti che accompagneranno nei prossimi mesi gli spettatori del secondo canale Mediaset spicca in primo luogo Ilary Blasi, che, come già annunciato nei giorni scorsi, sarà la conduttrice femminile delle Iene, voluta da Davide Parenti, anche se incinta al quinto mese. E poi, tra gli altri, Luca e Paolo, Enrico Papi, Marco Berry, Ale e Franz e pure Alessandro Cecchi Paone, che in effetti, nella filosofia di rete, stride un pochino. Sarà alla guida del primo quiz prodotto dal canale: si chiama Azzardo, in onda dal 22 gennaio tutti i giorni alle 20, un quiz con domande leggere in cui bisogna battere un personaggio. «Cecchi Paone - spiega Tiraboschi - è simpatico e ha la giusta autorevolezza». Ma vediamo il palinsesto giorno per giorno.
Domenica. Dal 7 gennaio parte Distraction, lo show irriverente guidato lo scorso anno da Mammucari e quest’anno affidato a Enrico Papi. Da marzo arriverà un prodotto nuovo, Danger in cui Marco Berry si cimenterà in esperimenti pericolosi alla Houdini. Una prova: buttarsi incatenato da un elicottero. Da aprile tornerà invece Colorado café con Rossella Brescia, Cacioppo e Braida.
Lunedì. È la serata «perfida». Con l’accoppiata, alle 21, delle Iene (dal 15 gennaio) e a seguire Mai dire Grande fratello (dal 29 gennaio) che torna sulla seconda rete. Luca e Paolo quest’anno prenderanno in giro la Blasi. «Perché la scelta di Ilary? Chiedetelo a Davide Parenti - replica Tiraboschi - È un’idea tutta sua».
Martedì. Di nuovo la Gialappa’s con Mai dire Martedì (dal 23 gennaio) e poi, da aprile, due novità: la prima è Ale e Franz show, in cui i due comici dovranno improvvisare sulla base di input che gli arriveranno da altri personaggi. La seconda è la sit-com delle due iene Luca e Paolo, ripresa dalla commedia La strana coppia di Neil Simon. In seconda serata Il Bivio di Enrico Ruggeri e Studio1, nuovo programma musicale in onda da aprile.
Mercoledì. È il giorno dei film. In seconda serata invece Sputnik, che riprende «pezzi» di Ciro e sarà condotto da Jessika Polski.
Giovedì. Appuntamento con i telefilm americani, da CSI:NY a The Shield, a The Closer.
Venerdì. Impazza il Dr House, il medico arcigno che ha spopolato nei mesi scorsi e che rischia di mettere in ombra pure Scherzi a parte di Canale 5, anche se il direttore di Italia Uno sostiene che i due programmi «hanno pubblici diversi». A seguire Grey’s Anatomy e Nip/tuck. Sabato cartoni animati.