Nuova lobster Austin Parker firmata da Fulvio De Simoni

«Elegante, raffinata, discreta. In un mercato omologato la lobster boat si fa notare». L’architetto Fulvio De Simoni definisce così il nuovo modello open, «Austin Parker 62’», in avanzata progettazione, barca pensata per chi ama vivere il mare in modo sobrio, elegante, friendly, «senza voler esibire sfarzi e aggressività. Insomma, una barca per navigare sentendosi a proprio agio».
Con la linea «lobster», Austin Parker ha voluto dare un tocco di originalità alla sua produzione, una vera e propria inversione di tendenza nel mercato della nautica. La collaborazione tra il cantiere e Fulvio De Simoni (l’architetto ha progettato oltre 2.500 barche in carriera) è più che ventennale. E questo spiega l’intesa e soprattutto la convergenza di intenti che ha prodotto la nuova linea Austin. Un’intesa sempre ispirata alle radici storiche del cantiere, vale a dire le aragostiere americane poi riproposte in chiave retrò, ma al tempo stesso molto marina. «Questa è la particolarità che contraddistingue tutta la gamma - dice De Simoni - Barche uniche nel loro genere, dalle grandi prestazioni e che tuttavia non rinunciano alle caratteristiche dei motoryacht».
Austin Parker 62’ ha tre cabine doppie: la armatoriale, una vip, una per gli ospiti, ciascuna dotata di bagno indipendente. Alle quali va aggiunta la cabina doppia riservata all’equipaggio. A poppa, sempre nello stile lobster, un ampio garage per il ricovero del tender completamente automatizzato.
Dotata di due motori da 1.200 cv ciascuno che consentono una velocità di crociera superiore a 30 nodi, «Austin Parker 62’» propone una linea slanciata e filante, assolutamente di carattere con lo stile inconfondibile che in un mercato omologato non può che farsi notare.