Per la nuova Lottomatica scatta l’operazione 5mila

Si ricomincia. Col titolo virtuale di vicecampioni d’Italia in tasca e un migliaio di persone (tanti ragazzini) pronte ad applaudire la squadra nel giorno del raduno. La stagione della Lottomatica Roma è cominciata mercoledì scorso al Palazzetto dello sport con un bagno di folla per certi versi inaspettato (il caldo e la piazza distratta dalla scomparsa del presidente romanista Franco Sensi) che ha permesso di mostrare beniamini e volti nuovi della squadra che affronterà la stagione 2008/2009. Mancavano solo Ibrahim Jaaber, impegnato con la nazionale bulgara (e che resterà in forza alla squadra romana fino al 2010), e Andre Hutson, che poche ore dopo sarebbe sbarcato a Roma. E - ovviamente - assente giustificato era anche Jasmin Repesa, coach impegnato con la nazionale croata a Pechino e sostituito dal vice Nando Gentile.
È stato il giorno delle presentazioni ufficiali, la prima volta in cui vecchi e nuovi si sono trovati. Tutti insieme, appassionatamente. Riflettori puntati sull’euforico Angelo Gigli, pronto a sottolineare che «il presidente Toti e Dejan Bodiroga hanno allestito una squadra molto competitiva, è quasi tutta nuova e dovremo impegnarci tutti tanto per giocare bene insieme sin dall’inizio». Di Bodiroga, scrivevamo. Il responsabile dell’area sportiva della Virtus ha sottolineato la filosofia-Virtus: «Quest’anno puntiamo a una media di pubblico che superi almeno i 5mila spettatori a partita. Sono sicuro: questa squadra farà innamorare Roma».
Siamo franchi: sussurrata da uno come lui, la frase aumenta certo di valore. Assegnati i numeri di maglia (rispetto allo scorso anno: De La Fuente passa dal 17 al 14, Ray dal 14 al 15 e Jaaber dal 9 al 20, mentre mantengono il proprio numero Giachetti, Gabini e capitan Tonolli), la Lottomatica comincia la preparazione a Roma: finite le visite mediche di rito, in linea di massima si punterà al lavoro atletico la mattina e a un impegno sul parquet nel corso delle sessioni pomeridiane. Il 1° settembre lo staff al completo (ovvio, insieme al rientrante Repesa) si sposterà a Folgaria per il consueto ritiro pre-season, che si concluderà il 12 con un torneo. La preparazione continuerà poi con un altro paio di tornei - il primo dei quali sarà disputato a Belgrado dal 19 al 22 settembre - alternati a brevi periodi di allenamento nella capitale. Nel frattempo, il 1° settembre, avrà preso il via la campagna abbonamenti per la quale, per il terzo anno consecutivo, i prezzi restano sostanzialmente invariati.
«Sempre più in alto», questo l’invito del tesseramento, punta ad aumentare il numero dei fedelissimi della scorsa annata, all’alba della quale nessuno avrebbe ipotizzato di sfiorare il colpaccio in campionato. Meglio non pensarci, almeno per ora. L’esordio in campionato è fissato il 5 ottobre alle 18,15 al PalaLottomatica contro il Basket Napoli, quello in Eurolega il 23 ottobre a Berlino mentre la prima gara casalinga della competizione europea avrà luogo il 29 ottobre con la DKV Juventut Badalona. È presto per parlarne, mancano 43 giorni al via ufficiale. Un’eternità, o quasi, per gli amanti della pallacanestro.