Nuova maledizione per Johnny Depp, il pirata dei Caraibi

Maurizio Acerbi

L’antipasto è di quelli succulenti. Mercoledì, infatti, con due giorni di anticipo rispetto al canonico venerdì di debutti arriva nelle sale l’attesissimo Pirati dei Caraibi: la maledizione del forziere fantasma. Il secondo episodio della trilogia di Gore Verbinski, inizia esattamente dove si concludeva il fortunato La maledizione della prima luna. Avevamo visto come il capitano Jack Sparrow (un inarrivabile Johnny Depp) avesse reclamato, per tutta la pellicola, il possesso della sua nave, la Perla Nera. Per ottenerla, e lo scopriamo in questo film, ha dovuto contrarre un debito di sangue che ora, il suo aguzzino, ha deciso di fargli pagare.
Il 15, invece, debutta Il mercante di pietre, film diretto da Renzo Martinelli, con Harvey Keitel, Frank Murray Abraham e Jane March. Nascosto dall’attività del commercio di pietre preziose con dei paesi medio-orientali, un uomo, cristiano convertito all’Islam, contribuisce a spargere il terrore in Occidente con la sua appartenenza ad una cellula di Al Qaida. Per portare a buon fine la sua missione ha bisogno, però, dell’aiuto di una persona che non conosca le sue intenzioni.
The road to Guantanamo è la storia di quattro ragazzi inglesi ritornati in Pakistan per un matrimonio. Durante la loro permanenza, decidono di recarsi in Afghanistan per dare un aiuto umanitario. Vengono, però, catturati dai soldati dell’Alleanza del Nord che li consegnano agli americani. Due anni dopo, tre di loro, dopo aver sperimentato Guantanamo, vengono liberati; del quarto, non si hanno più notizie.
Ha avuto una eco positiva The Queen, proiettato a Venezia ed in arrivo nelle sale. Il film è cronologicamente ambientato al momento della morte di Lady Diana. La Regina si ritira, con la famiglia, nel castello di Balmoral, sbalordita dalla reazione della nazione davanti alla tragedia. Tony Blair capisce, però, che la gente ha bisogno del supporto della sua Regina; per questo, cerca un modo per riavvicinare la regnante alla sua gente. Helen Mirren (Migliore Attrice a Venezia) è di una bravura infinita e Stephen Frears ha avuto il merito di dirigere un film non facile con garbo ma senza sconti.
In programmazione anche L’amico di famiglia, terzo film di Paolo Sorrentino e Confetti, commediola britannica nella quale una rivista decide di mettere in palio un premio consistente per il matrimonio più originale.