La nuova Marina dell’aeroporto decolla al Nautico

Spazi all'avanguardia, competenza specialistica e posizione strategica. Ma soprattutto una gamma di servizi esclusivi pensati per i clienti del nuovo porto turistico per yacht di grandi dimensioni che sta nascendo nel ponente genovese. Così si presenta Marina Genova Aeroporto al Salone Nautico di Genova. A illustrare agli operatori di settore le strutture e i servizi già attivi e le novità è Giuseppe Pappalardo, amministratore delegato della società di gestione del Marina. Operativa dallo scorso luglio, la struttura rappresenta un moderno complesso per la grande nautica da diporto con le sue tre darsene con moli di 200 e 300 metri, 500 posti barca di cui 100 per yacht da 30 a 90 metri e una serie di servizi, definiti in «guanti bianchi» destinati a cambiare la prospettiva della nautica mediterranea. «Tutto ciò vuole essere la tangibile dimostrazione della concretezza del nostro progetto - ha dichiarato Pappalardo - e nel contempo, un invito a visitare di persona la struttura per constatarne i plus e l'efficienza. Siamo molto soddisfatti dei riscontri ottenuti e stiamo proseguendo con la campagna affitti. Sono rimasti solo 150 posti barca. Abbiamo venduto inoltre circa il 65 per cento dei posti barca disponibili ad armatori internazionali. Gran parte di tale quota è stata destinata a imbarcazioni sopra i 30 metri». Ad assistere gli armatori, ospiti ed equipaggio attraverso trattamenti personalizzati ci pensa l'«Hospitality Desk» (arredato da Armani Casa) che garantisce servizio di catering o feste a bordo; prenotazione viaggi, hotel, ristoranti e golf club in Italia e all'estero; noleggio auto o limousine ma anche fiori freschi e champagne ghiacciato. Sotto i portici c'è posto anche per il wine bar enoteca «J Class Caffè» dove Luca Gardini - sommelier e attuale rappresentante ai campionati mondiali di Barcellona 2007 - ha firmato la carta dei vini di Marina Genova Aeroporti; si può scegliere tra 150 etichette prestigiose. Tra i vari servizi offerti anche il sistema «Ship & Stop» che riduce i tempi di rifornimento del carburante.
Si tratta infatti della banchina più grande del Mediterraneo, in grado di servire cinque barche contemporaneamente. Un sistema nato non soltanto per gli yacht residenti al Marina, ma anche per i natanti in transito. Durante la sosta si può anche scendere e fare acquisti nel supermercato il «Nautilhouse» che mette a disposizione generi per la cambusa e la barca. Tra le novità presentate da Giuseppe Pappalardo anche il «Jet To Boat», che consente agli armatori di raggiungere la barca dall'aeroporto di Genova a bordo di una limousine messa a disposizione dalla direzione del Marina. Senza dimenticare poi il «Cambusa Facile», il servizio che permette di ordinare al telefono o via internet specialità gastronomiche con consegna a bordo. In collaborazione con la casa di cura Villa Montallegro, Marina Genova Aeroporti offre agli ospiti il servizio teleconsulto medico per ricevere una visita medica «a distanza» attraverso un collegamento audio-video 24 ore su 24. Riccardo Simoneschi diventa poi il nuovo direttore Sportivo di Marina Genova Aeroporti Pro Sailing Center. Il campione - membro del Consiglio direttivo dello Yacht Club Italiano e portavoce della Commissione Classi Olimpiche dell'Isaf - gestirà uno spazio dedicato alla vela d'eccellenza, messo a disposizione ai migliori equipaggi internazionali per il loro stanziamento e attività invernali.