Nuova pavimentazione a De Ferrari

Iniziano domani i lavori di pavimentazione di piazza De Ferrari, proseguendo così gli interventi di riqualificazione del centro storico iniziati poco prima del G8 e giunti poi al culmine nel 2004, per la nomina di Genova a Capitale europea della cultura. Occorre aspettare fino al 30 novembre per vedere conclusi i lavori, che l’assessore ai Lavori Pubblici Giorgio Guerello ha deciso di far svolgere nel periodo estivo, approfittando del traffico meno intenso.
Si è scelto di optare per la divisione dei lavori in tre fasi, in modo tale da creare il minor disagio possibile. La prima parte, che inizia domani e si prevede termini il 3 settembre, interessa la piazza dal lato del largo Pertini, con la garanzia sempre di una corsia di marcia per i mezzi pubblici. La seconda fase si apre a metà settembre per poi terminare il 15 novembre, coinvolgendo De Ferrari dal lato verso via XX Settembre, durante la quale, oltre alla realizzazione di una nuova pavimentazione come accade nell’area a lato di largo Pertini,si provvede anche a costruire il sostegno per la linea dei filobus. Nella terza fase, parzialmente sovrapposta per quindici giorni alla seconda, si ricostruisce il fondo stradale tra via Petrarca e via XXV Aprile-via Roma. Amt, per evitare eccessivi disagi,raccomanda l’uso della metropolitana.
Da domani, dunque, hanno luogo alcuni cambiamenti alla viabilità degli autobus. Il 30 barrato, che va da via Rimassa a piazza Fontane Marose, per tutta la durata dei lavori è sospesa, mentre per le altre sono previsti solo modifiche di tragitto. Le linee 19, 20, 30, 33, 36, 100 Volabus, 606, N1 e N2 giunte in piazza Fontane Marose, transitano per via Roma, piazza Corvetto, via XII Ottobre, via Lomellini, via XX Settembre, da dove riprende il solito percorso. Il 32, come pure il 35, il 35 barrato, il 42, il 605 e il 641, invece, a partire da piazza Fontane Marose transita per via Roma, piazza Corvetto, via XII Ottobre, via Lomellini, via XX Settembre e solo da via Dante riprende il percorso regolare.