Una nuova polizza con due livelli di copertura

Risarcimento dei danni cagionati a terzi nello svolgimento di tutte le prestazioni professionali di competenza e quelli provocati al committente, durante la progettazione, la direzione lavori e lo svolgimento di tutte le altre attività connesse (per esempio, la segnalazione certificata di inizio attività).
La nuova polizza «Progettisti» della Zurich - compagnia presente in Italia dal 1902, con 1.400 collaboratori e 600 agenzie, che offre servizi e prodotti assicurativi, di risparmio e di previdenza complementare a oltre due milioni di clienti - dà la possibilità di estendere la copertura alle attività previste dalla legge.
«Inoltre - puntualizza Stefano Nalin - offre la copertura dei danni provocati dalla conduzione dello studio professionale e quelli subiti dai dipendenti. Va aggiunta una garanzia di tutela legale, appositamente studiata per i progettisti, a completamento della garanzia di responsabilità civile. Il progettista ha anche la possibilità di stipulare, come richiesto dalla legge, la Polizza Merloni, che prevede la copertura dei maggiori costi e delle nuove spese di riprogettazione sulla singola opera. Siamo, insomma, vicini ai nostri clienti con l'assistenza e la consulenza - qualificata e tempestiva - per tutte le problematiche connesse all’attività professionale».
Pensata per soddisfare al meglio le esigenze di ingegneri, architetti, geometri, architetti d’interni, geologi, dottori agronomi e forestali iscritti all’albo - che operano in qualità di liberi professionisti, in forma individuale, associata o societaria - la nuova polizza «Progettisti» offre la possibilità di scegliere tra due diverse opzioni.
Una «polizza base», opzione rivolta ai professionisti a inizio attività e a coloro che ritengono di voler privilegiare il contenimento dei costi - rispetto all’ampiezza della copertura - e una «polizza estesa», con garanzie decisamente più ampie e modulari.
«La proposta di due diverse soluzioni assicurative - sottolinea Nalin - persegue un duplice obiettivo. Rispondere in modo adeguato - competitivo e trasparente - alle diverse esigenze assicurative del mercato, sollecitate anche dall’imminente entrata in vigore dell’obbligo assicurativo per i professionisti e i progettisti (13 agosto 2012, legge 148/11). Offrire, poi, grande modularità e maggiore personalizzazione nell’offerta. Estensione dell’ampiezza delle coperture, vasta gamma di massimali e modularità di scoperti, infine, sono gli elementi essenziali che, insieme a consulenza e personalizzazione, caratterizzano il nuovo prodotto offerto da Zurich».