La nuova Radio 24, Nicoletti e Cugia la trasformano in «una rete colta»

da Milano

Zombie, una striscia quotidiana di Diego Cugia, il «papà» di Jack Folla, autore del programma cult Alcatraz; Melog, la rubrica delle 8.30 di analisi e critica televisiva dell'ex autore di Golem, Gianluca Nicoletti; Trovati un bravo ragazzo, un «ideale appartamento radiofonico per tutti i cuori in affitto» in ascolto, condotto da Chiara Gamberale e Carlo Guarino. Sono queste le principali novità del nuovo palinsesto di Radio 24 firmato da Giancarlo Santalmassi che partirà il 9 gennaio. Santalmassi, direttore di Radio 24 dallo scorso 10 ottobre, punta ad una «una radio di programmi, persone, linguaggi, sonorità ed emozioni. Una radio che informa e racconta con passione; un palinsesto ritmato e scandito che accompagna l'ascoltatore nel corso di tutta la giornata attraverso voci ricche di personalità e capacità narrativa». In altre parole, ha spiegato Santalmassi, l'obiettivo è quello di offrire «non una radio culturale ma una radio colta: mentre la tv aggiunge parole su parole e parla di se stessa, la radio è bella perché lavora per sottrazione: dei trecento aggettivi a disposizione la radio colta sceglie quello giusto». Santalmassi continua a puntare sulla centralità dell'informazione, con l'utilizzo delle breaking news per seguire costantemente in diretta gli avvenimenti della cronaca e dell'attualità. «Quando c'è una notizia - ha detto - la diamo». Confermati gli appuntamenti forti della radio come Viva voce condotto alle 9 del mattino da Giancarlo Santalmassi, e la tradizionale carrellata sull'attualità economica e finanziaria di Focus Economia condotto da Sebastiano Barisoni.