Nuova sforbiciata di S&P Tocca agli enti locali: declassata pure Milano

Dopo il declassamento del rating del
debito sovrano dell'Italia, S&P mette mano anche a Regioni, Province e Comuni: tagliato il "voto" a undici enti locali

Milano - Nuova sforbiciata, nuova tegola sull'Italia. Questa volta è toccato agli enti locali. Dopo il declassamento del rating del debito sovrano dell'Italia, Standard and Poor's mette mano anche a Regioni, Province e ComuniDopo il declassamento del rating del debito sovrano dell'Italia, Standard and poor's mette mano anche a Regioni, Province e Comuni tagliando anche il "voto" a undici enti locali. Tra questi le città di Milano, Bologna e Genova.

Declassati anche gli enti locali Secondo quanto precisa una nota, l’agenzia internazionale di valutazione dell’affidabilità creditizia ha abbassato da A+ ad A, con outlook negativo, il rating dei seguenti enti locali: città di Bologna, provincia di Mantova, regione Marche, Provincia di Roma, Regione Sicilia, Regione Emilia Romagna, Regione Friuli Venezia Giulia, Città di Genova, Regione Liguria, città di Milano e regione Umbria. Per la città di Torino, invece, è stato rivisto da stabile a negativo l’outlook, mentre è stato confermato ad A il rating sul debito a lungo termine.