Le nuove feste fra massaggi e manicure

Importato da Hollywood lo «sparty»: serata in cui un gruppo di amiche può sorseggiare champagne nel tepidarium

Francesca Lovatelli Caetani

L’ultimo trend della vita notturna sono i beauty cafè, templi della bellezza nei quali rilassarsi tra drink, spuntini, socializzazione e cure estetiche, «rifiorendo nel corpo e nello spirito».
Ci riporta dritti alle atmosfere dell’antica Roma Aquae Calidae in via Santa Sofia 14, dove, tra le ultime novità, c’è lo sparty, la festa in Spa, moda nata dai capricci delle star di Hollywood e delle nobildonne inglesi e sbarcata a Milano, prima città italiana a recepire le tendenze internazionali. Si tratta di un party (tutte le sere sino alle ore 23) a cui si può partecipare insieme a dieci amiche. Tra aperitivo, champagne, mini rinfresco benessere, scrub, terme, cure degli esperti in ambienti rigeneranti. Tenuta di ordinanza: comode ciabattine, parei, tunichette di cotone indiano.
La domenica, invece, da Otium et Gustatio, il finger food è servito nella zona tepidarium. Il percorso Aquae Calidae si prefigge lo scopo di donare bellezza liberando la forza vitale e l’energia interiore racchiuse dentro di noi, tra 5 ambienti nei quali riflettere, recuperando la quiete proprio secondo lo stile dei romani, cultori dell’otium come momento da dedicare a se stessi, nel quale indispensabile è il raggiungimento della salus, benessere fisico che che ci rende pronti all’azione. Oltre ai trattamenti, ai pacchetti dai nomi suggestivi, come Cleopatra o Cesare, si possono organizzare addii al nubilato che ripercorrono le orme degli antichi e offrono alla futura sposa e alle sue «ancelle» un momento di condivisione e allegria. Ma anche addii al celibato e cure per gli sposi, per smaltire lo stress dei preparativi delle nozze.
Il Moresko Hammam Cafè di Via Rubens, 19 nel weekend è aperto sino alle 24. Qui si possono gustare caffè, aperitivo orientale, cene e pranzi in total relax. Mentre nella Spa con bagno turco e massaggi, la domenica si organizza lo yoga brunch. Ogni sera, poi, c’è happy massage, mix tra massaggio e happy hour. Al Moresko viene usato l’Olio d’Argan, un’idea che è venuta a una delle socie, Viviana Carfi, mentre era in un hammam in Marocco. L’olio di Argan, raro e prezioso, usato anche sul pane appena sfornato, viene spalmato dalle donne berbere sulla pelle per difenderle da vento, sole e sabbia e protegge i neonati dalle infezioni cutanee. Per arrivare al giorno del «sì» con pelle levigata, corpo tonico e capelli lucenti, i futuri sposi possono fare due o cinque sedute di sherazade. Ma non mancano i programmi per mamma e figlia: una giornata in hammam tra vapori, profumi e massaggi (tutti i lunedì e i mercoledì dalle 12 alle 18) in cui si può optare per lo shiatsu, il massaggio indonesiano, o sabunlu massaj, massaggio turco effettuato dopo la sosta nel vapore sull’ottagono di pietra calda, nel centro del tepidarium, con schiuma del pregiato sapone di Aleppo all’olio d’oliva e alloro, che ricopre l’intero corpo e fa scivolare le dita sulla muscolatura, ammorbidendola e distendendola. La cura per mani e piedi all’orientale è un altro fiore all’occhiello di questa vera e propria oasi del benessere milanese.
Al Tad di via Statuto 12, infine, che si inserisce a pieno titolo nei concept store che coccolano i clienti, oltre al ristorante, allo store e al bar, ci sono un parrucchiere e una beauty farm aperti sino alle 22. Per ordinare un drink internazionale e poi immergersi in un’atmosfera fatta di trattamenti per viso e corpo. L’ozio sia con voi.