Nuove intercettazioni tra Secco e Moggi La Juve ritorna nel clima di Calciopoli

Torino. La Juve è in qualche modo ripiombata in calciopoli nonostante avesse da festeggiare la vittoria sul campo della Lazio. La presenza di nuove intercettazioni telefoniche in cui l'attuale direttore sportivo bianconero, Alessio Secco, si mostra deferente nei confronti di Luciano Moggi, confermando in pratica una certa continuità di rapporti, non è piaciuta in corso Galileo Ferraris. Nessuno ha commentato, ma l'irritazione per quanto emerso nelle ultime ore pare non sia stata poca e il fatto oggi sarà affrontato in Consiglio di Amministrazione.
Inutile comunque attendersi colpi di scena: Secco resterà al suo posto e magari continuerà a sentire Moggi per gli affari propri, il tutto mentre Blanc e Cobolli continueranno a sostenere l'assoluta indipendenza di questa Juve dalla vecchia. Eguale imbarazzo da parte dei vertici societari si era già verificato lo scorso maggio quando Secco, contestato da parte della tifoseria, si era espresso così: «La contestazione mi ha lasciato del tutto indifferente. Ho ricevuto telefonate di stima e affetto da parte di tanta gente. Tra tutte, anche quella di Luciano Moggi: mi ha invitato a non mollare».