«Nuove leve dall’America»

Paul Bakolo Ngoi, 43 anni. Viene dal Congo ma è in Italia da 23 anni. Fu tra i primi, ai tempi della legge Martelli, a essere convocato a Roma per discutere di immigrazione in tempi non sospetti. Giornalista e scrittore, oggi lavora nel settore cultura del comune di Pavia: è tra i promotori degli Stati generali dell’immigrazione. «Non illudiamoci: non so quanti stranieri, parafrasando lo slogan del progetto, siano in grado di dare qualcosa a Milano. Purtroppo in Italia abbiamo ancora tanta bassa manovalanza». Su chi si deve puntare? «Penso alle nuove leve dall’Europa dell’Est e dall’America Latina: dobbiamo scommettere sulla loro formazione e far capire che ci sono altri lavori oltre alla badante». Mestiere, va detto, che non conosce crisi.