Nuove periferie Una «rivoluzione» per 5 quartieri

Il Comune: «Le zone lontane diventano centro, quelle storiche si rivalutano»

Roberto Bonizzi

Cinque progetti per le periferie. Venti milioni per il recupero e la riqualificazione. «Un’autentica rivoluzione copernicana - spiega l’assessore alle Periferie di Palazzo Marino, Guido Manca -. In questo modo i quartieri lontani e “dimenticati” diventano centro e si rivalutano i nuclei storici della città». Interventi mirati, spesso in situazioni caratterizzate dall’isolamento e dal disagio, per tentare di reinserire nel contesto urbano le zone emarginate.
Villapizzone, Quarto Oggiaro, Chiesa Rossa, Chiaravalle e Lambrate. Qui si è concentrata l’attività del Comune con opere che puntano a cambiamenti radicali. «Tutti gli interventi - sottolinea Manca - sono stati studiati, progettati, eseguiti e diretti da tecnici comunali. Quindi un’operazione portata avanti solo con le nostre forze». Sono già in corso di realizzazione i progetti di riqualificazione delle aree degradate in periferia, in tutte le zone di Milano (dalla 2 alla 9, escluso il centro) per una spesa complessiva di un milione di euro. Con un altro milione già finanziato per la seconda fase della stessa operazione. Già terminati, invece, i lavori in via Chiesa Rossa, in zona 5, lungo il Naviglio Pavese. Qui sono stati creati orti urbani, per un costo complessivo di 260mila euro. In corso d’opera invece il cantiere per la costruzione di altri orti urbani a Lambrate, in via Canelli, zona 3, all’interno del parco Lambro. Spesa totale messa a bilancio: 210mila euro.
Sono stati appaltati nelle settimane scorse, invece, i lavori in zona 8, via Federico de Roberto, a Quarto Oggiaro. Circa 2 milioni di euro di spesa per il recupero e la riqualificazione del cuore di uno dei quartieri storici di Milano che negli ultimi anni è stato trascurato fino a diventare banlieu. «Qui - prosegue l’assessore - l’intervento è particolarmente significativo. Andremo a trasformare una strada che è un’arteria commerciale con una sessantina di negozi e banche. In futuro via de Roberto diventerà i Campi Elisi della città con un’area pedonale, una fontana, alberi e panchine».
In fase di progettazione esecutiva due interventi che riguardano Villapizzone e ancora Chiesa Rossa. Sull’area in zona viale Certosa si procederà con un piano di recupero e riqualificazione della chiesa di San Martino e delle vie circostanti (con alberi, panchine e un’area pedonale). Cambierà volto anche via Grosseto, sempre a Villapizzone. Da uno slargo in asfalto per il parcheggio nascerà una piazza vera e propria. Per questi due interventi la spesa prevista è di un milione e 700mila euro. Lungo il Naviglio Pavese verrà riqualificato il complesso monumentale delle Cascine Chiesa Rossa, con il recupero del portico (2 milioni e 250mila euro i fondi stanziati) e degli edifici, per un costo di oltre un milione e 500mila euro, e in questo caso si sta procedendo con il progetto definitivo. Ultimi passi per il piano d’opera anche per via San Bernardo a Chiaravalle, dove è prevista la riqualificazione dell’area per una spesa di un milione e 700mila euro.