Nuove sanzioni per l’Iran la Ue blocca la banca Melli

da Bruxelles

L’Unione europea ha approvato ieri un nuovo pacchetto di sanzioni contro l’Iran, che non intende cedere sul suo programma nucleare. Da oggi saranno bloccate le attività delle filiali europee di Parigi, Londra e Amburgo della banca iraniana Melli, e sarà pubblicata la lista di «personalità esperte e alti consulenti» ai quali sarà vietato viaggiare in Europa. La banca e le personalità sanzionate sono sospettate di avere legami con il programma nucleare di Teheran. Per l’Ue la decisione è stata presa in linea con le direttive approvate dal Consiglio di Sicurezza dell’Onu, mentre il 5+1 (i cinque membri permanenti del Consiglio più la Germania) sta cercando di avere una risposta dall’Iran dopo gli aiuti offerti in cambio della sospensione del programma nucleare. Avviato, secondo Teheran, a scopo pacifico, per Stati Uniti ed Europa il progetto è in realtà la copertura per procurarsi l’atomica. Usa e Ue hanno raggiunto un accordo per verificare che nessuna banca iraniana finanzi la proliferazione nucleare e il terrorismo.