Nuovi contatori Enel: condomini in rivolta

Il contatore si stacca. La corrente elettrica sparisce. «Sono le “sorprese” dei nuovi contatori dell’Enel, una situazione da medioevo». La denuncia è di un gruppo di amministratori condominiali stufi, rivela a loro nome il geometra Giacomo Ricciuti, «di sentirsi chiamare per informazioni “elettriche” a qualunque ora da condomini imbufaliti». «Da due anni - evidenzia Ricciuti - l’Enel sta mettendo in opera i nuovi contatori che si possono leggere in “remoto”. Prima sopportavano picchi di corrente oltre il 30 per cento della loro potenza e non staccavano mai e il consumo in più si ritrovava normalmente in bolletta. Oggi invece oltre quel picco il contatore scatta e fa mancare tensione alle utenze. Tutto si ferma». La soluzione è «rinegoziare con Enel il contratto per avere più potenza naturalmente a costi molto più alti: un appartamento con impianto da 3 kilowatt ne consuma 1,5 per la lavatrice, 2 per il forno elettrico, 1 per il phon».