Nuovi scenari nel mondo dei costruttori

Dal miracolo Fiat, tornata nella top ten dei costruttori mondiali e in lizza con Renault per la quinta posizione in Europa, alle cessioni eccellenti che segnano la scomparsa di vecchi protagonisti, come il gigante DaimlerChrysler, ma annunciano inediti attori e scenari, come la nuova Chrysler di Cerberus, la Daimler in odore di alleanza con Bmw o i marchi inglesi Jaguar e Land Rover venduti da Ford all’indiana Tata, a sua volta partner di Fiat. Così si chiude un 2007 dell’auto che dovrebbe confermare anche il primato mondiale di Toyota su Gm. La parola fine sul testa a testa tra Tokio e Detroit, che detiene lo scettro di primo produttore mondiale da 75 anni, dovrebbe arrivare all’inizio del 2008 quando saranno diffusi i dati definitivi dell’anno precedente. Secondo le stime, la casa nipponica dovrebbe accrescere quest’anno la sua produzione del 4% a 9,42 milioni di unità, contro i 9,26 milioni previsti dalla Gm. L’avanzata di Toyota potrebbe però essere fermata nei prossimi anni dalla Volkswagen che si candida a diventare il nuovo leader mondiale entro il 2015. Basterà invece attendere i primi giorni di gennaio per conoscere ufficialmente il nome del candidato scelto da Ford per l’acquisto dei marchi inglesi Jaguar e Land Rover.