Nuovi Tangobond

Il governo argentino ha reso noto di aver dato il via alla fase finale del concambio dei bond in default per 81,8 miliardi di dollari, facendo pervenire ai creditori (il 76,6% del totale) che hanno aderito all’operazione nuovi titoli per complessivi 35,3 miliardi di dollari, e un esborso in contanti relativo a interessi per circa 680 milioni di dollari. Il ministero dell’Economia precisa che, in questo modo, il Paese «ha portato a termine l’ultima tappa della ristrutturazione del debito».