Nuovi turni da undici ore per trecento tassisti: le auto bianche di Milano arrivano a Malpensa

Per ora si tratta solo di una sperimentazione. Ma se funzionerà, da luglio diventerà una regola fissa. Trecento tassisti milanesi da lunedì prossimo lavoreranno per undici ore al giorno. Il sindaco Letizia Moratti e il vicesindaco Riccardo De Corato hanno infatti accolto la richiesta dei conducenti delle auto bianche per offrire una maggiore presenza sul territorio. E fino alla fine di giugno si proverà a mettere in atto la nuova formula. «Stiamo lavorando insieme ai rappresentanti della categoria dei tassisti - spiega De Corato - per estendere i loro turni con il duplice obiettivo di andare incontro alle loro esigenze e di migliorare il servizio offrendo così agli utenti prestazioni sempre più efficienti e competitive. Grazie a questa estensione dei turni, i tassisti milanesi avranno maggiori opportunità di prestare servizio anche all’aeroporto di Malpensa». Il nuovo turno si articolerà in undici ore non consecutive: una prima ora di servizio, una pausa di quattro ore, e un turno da dieci ore. Durante la prima ora i tassisti dovranno svolgere il proprio servizio esclusivamente sul territorio cittadino, nelle altre dieci ore potranno invece muoversi liberamente all’interno di tutto il bacino aeroportuale milanese. I tassisti interessati dovranno presentare la domanda presso l’ufficio Auto pubbliche del Comune di Milano a partire da lunedì prossimo. Contrario alle nuove regole il Codacons, che sostiene che turni troppo lunghi mettono a rischio la sicurezza.
Ovviamente la novità non piace ai tassisti che già lavorano a Malpensa. «Ma come? - insorge Massimo Campagnolo - già c’è poco lavoro per noi, e ora ne arrivano altri? Siamo proprio alla frutta. Di lavoro ce n’è poco». Insomma, il lavoro è poco per tutti e doverlo dividere con altri colleghi non entusiasma i conducenti aeroportuali. «I milanesi - raccontano - già ora arrivano a Malpensa alle tre di notte per essere pronti a caricare alle sei. Chissà ora cosa succederà».