Nuovi vicecommissari per riscrivere le regole

Marcello Di Dio

da Roma

La Lega ha ufficializzato le date della prossima stagione. Come anticipato da Il Giornale, il campionato di A (e quello di B) partirà sabato 9 settembre con gli anticipi che vedranno impegnate le squadre qualificate alla fase a gironi della Champions league. Il torneo, che avrà 4 soste, si chiuderà il 27 maggio e comprenderà 4 turni infrasettimanali: 20 settembre, 25 ottobre, 20 dicembre e 28 febbraio. Chiusura il 10 giugno 2007. Confermate anche sede e data della Supercoppa italiana: a San Siro il 26 agosto di fronte Inter e Roma. La Coppa Italia, invece, partirà il 19 agosto con 64 squadre di A, B e C. Con la Juventus in campo dall’inizio: esordio a Martina. Tre turni con tabellone tennistico, poi gli ottavi (con l’ingresso delle otto formazioni di A teste di serie) a novembre. Gennaio sarà il mese di quarti e semifinali, mentre il 18 aprile e il 9 maggio sono in programma le due finali.
Intanto ieri Maurizio Zamparini ha annunciato di aver ripreso le funzioni di vicepresidente vicario della Lega, come previsto dal regolamento. Si tratta di «un segnale positivo - ha sottolineato Zamparini - fornito al Governo che sta affrontando il tema calcio in termini economici (con il disegno di legge sui diritti tv)». «È doveroso che sia il Consiglio di Lega ad esaminare questa decisione di Zamparini», ha sottolineato il presidente pro-tempore Cellino, che non sembra aver preso bene l’iniziativa del patron del Palermo. La mossa parrebbe finalizzata a stoppare la possibile scalata di Garrone. L’8 agosto nuovo consiglio per trovare consenso attorno a un nome, ma è sempre più probabile che si arrivi al commissariamento.
E ieri il numero uno del Coni Gianni Petrucci ha inviato una lettera al commissario straordinario della Federcalcio Guido Rossi. Parola d’ordine, collaborazione, per evitare ulteriori equivoci e incomprensioni maturati nelle ultime settimane. Nella lettera Petrucci ha espresso apprezzamento per la gestione del professore, ma ha anche ricordato lo spirito di collaborazione con l’organo vigilante sullo sport nella scrittura delle nuove norme federali. In questo senso, il primo atto del «nuovo corso» sarà la nomina di altri due vice commissari (un giurista e un manager, oggi dovrebbero essere ufficializzati i nomi). In pratica Coni e Figc andranno a braccetto, un segnale già emerso nell’incontro del disgelo di giovedì scorso.