«Un nuovo accampamento abusivo vicino alla tenuta di Castelporziano»

«Un nuovo campo abusivo è sorto all’altezza del km 16.8 della Cristoforo Colombo, direzione Ostia, a poche centinaia di metri dall’ingresso della tenuta del Presidente della Repubblica a Castelporziano». Lo denuncia Fabio Sabbatani Schiuma, coordinatore regionale del «Movimento per l’Italia», di Daniela Santanchè il quale aggiunge di avere informato il presidente della commissione sicurezza del Campidoglio, Fabrizio Santori, in seguito alle segnalazioni di alcuni cittadini. «I vigili che presiedono - continua Schiuma - l’incrocio con via di Malafede, distante circa cinquecento metri, avevano tranquillizzato i residenti circa un immediato intervento. Chiediamo lo sgombero al fine di ripristinare ordine e legalità. Continuiamo a sollecitare il sindaco Alemanno, affinché si batta per il numero chiuso nei confronti degli stranieri, anche comunitari». La città, secondo Schiuma, non è in grado di fornire servizi socio sanitari e alloggiativi per tutti. Intanto ieri l’XI municipio ha consegnato al primo cittadino la relazione richiesta dalla giunta sui campi rom. «All’interno del nostro municipio sono presenti due insediamenti abitativi localizzati in via della Vasca Navale e vicolo Salvi - dichiara il presidente Andrea Cartaci -. In questi anni abbiamo lavorato per arrivare a una loro piena integrazione, con buoni risultati. Seppur non adeguatamente e preventivamente coinvolti abbiamo poi accettato l’allestimento, all’interno dell’ex Fiera di Roma, del centro di accoglienza, dove sono transitate fino a 1000 persone senza fissa dimora. Con la stessa disponibilità abbiamo analizzato la richiesta sopra menzionata ritenendola del tutto irricevibile».