Il nuovo anno arriva a tempo di rock

A piazza dell’Esedra il «veglione» della città tra suoni e immagini per i 50 anni di musica pop

Sarà a tempo di rock l’addio al 2005. «Per capodanno abbiamo organizzato una cosa diversa dal solito - spiega Veltroni -. Ricorre il 50° anniversario del rock e abbiamo deciso di portare in piazza la storia di questo genere musicale, tra immagini e concerti dal vivo».
Si cambia genere, quindi, quest’anno a Roma, ma si cambia anche luogo. Non più piazza del Popolo, ma piazza Esedra: sarà lì il cuore della festa di fine anno, dove si potranno vedere juke-box virtuali, luci psichedeliche, proiezioni sui palazzi trasformati in maxischermi, immagini pop, tra la Marilyn di Andy Warhol e Superman, ma soprattutto si potrà ascoltare musica live, da Elvis ai Beatles, dai Rolling Stones a Jimi Hendrix fino ai Doors. Si incomincia alle 22 del 31 dicembre: a quell’ora saliranno sul palco due gruppi, Peng e Rock & Roll New Comets Band, assieme agli Special Guest, Max Gazzè, Federico Zampaglione dei Tiromancino e Greg (Claudio Gregori di Lillo & Greg), definito da Veltroni «l’Elvis dell’era moderna». Ma la festa non si esaurisce in piazza della Repubblica, anzi quest’anno la festa si fa in tre. Al Pigneto, infatti, sarà possibile assistere a «Turn Off the Fire!», spettacolo di videoinstallazioni e dj performance, selezioni di liscio e rumba e una fiesta argentina, mentre alla Fiera di Roma, andrà in scena «Amore06», evento danzante, con ingresso a pagamento.
Se il 31 dicembre è pensato soprattutto per i grandi, il primo dell’anno vede protagonisti i ragazzi, attesi a piazza del Popolo da Supereroi (è dedicato a loro il Capodanno dei bambini) e acrobati francesi che a suon di musica si esibiranno in evoluzioni aeree. In piazza di Spagna, invece, avrà luogo il consueto appuntamento con la banda della Polizia municipale.
Novità anche per l’Epifania, con la «Befana dei lupi» al Bioparco: «Con un’operazione di salvataggio, al Bioparco arrivano 5 lupacchiotti dalla Croazia - racconta il direttore del Bioparco Giovanni Arnone - e per loro allestiremo un bosco simile al loro habitat naturale».
Ma occasioni di incontro e di spettacolo non mancheranno per tutto il periodo delle feste. Sono una trentina gli appuntamenti in calendario, che coinvolgono centro e periferia, da Ostia ad Acilia: si spazia dai concerti di musica sacra al gospel, dalla pista di pattinaggio su ghiaccio a Castel Sant'Angelo al teatro per i più piccoli.
E per chi crede che Natale sia soprattutto tradizione sarà possibile assistere al concerto all’Ara Coeli il 26 dicembre, alle 11, e visitare i presepi che faranno mostra di sé nelle diverse piazze romane.