Nuovo attacco a Bonanni: fischiato e contestato Scontri con i precari alla presentazione del libro

Momenti di tensione alla presentazione di <em>Il tempo della semina</em>. Blitz di un gruppo di studenti e precari: hanno cercato di forzare il cordone di sicurezza e si sono duramente scontrati con il servizio d'ordine. Bonanni contestato e insultato: &quot;Vergognati, fascista&quot; 

Roma - Un nuovo blitz per non fare parlare il leader della Cisl, Raffaele Bonanni. Un gruppo di precari ha fatto irruzione alla presentazione del nuovo libro del sindacalista scontrandosi con il servizio d'ordine. All’Auditorium di via Rieti è stato esposto lo striscione "Contro il patto sociale, sciopero generale".

Scontro alla presentazione Un gruppo di una cinquantina di studenti, lavoratori e precari ha fatto irruzione nell’Auditorium dove era in corso la presentazione di Il tempo della semina, il libro del segretario generale della Cisl, Raffaele Bonanni, scritto con Lodovico Festa. All'incontro erano invitati anche i leader di Cgil e Uil, Susanna Camusso e Luigi Angeletti. I manifestanti hanno cercato di forzare il cordone di protezione formato dal servizio d’ordine gridando allo sciopero generale e urlando "Fascisti!". La tensione è andata alle stelle. I precari hanno, quindi, rivendicato che "il contratto non si tocca". Poi hanno urlato: "E' una vergogna". Alcuni manifestanti sono stati allontanati con la forza da parte del servizio d’ordine.

Un anziano ferito Nel parapiglia sono cadute piante e transenne, un uomo di 74 anni si è fatto male a una spalla. Una volta respinti i manifestanti hanno proseguito a gridare slogan contro i sindacati e il governo anche all’esterno dell’Auditorium. Subito dopo sono sno stati fatti entrare da un ingresso secondario il ministro del Lavoro Maurizio Sacconi e il presidente di Confindustria Emma Marcegalia. Una volta allontanati i contestatori la situazione si è tranquillizzata e il convegno è potuto iniziare.