Nuovo balzo di A2a scende Italcementi

Piazza Affari chiude in buon rialzo, sui massimi di giornata, una seduta positiva sin dalle prime battute; l’indice Ftse Mib segna sul finale un rialzo dell’1,2% e l’All Share +0,96%.
Tra i bancari, in netta evidenza Mediobanca, +5,16% anche grazie a un report positivo; brillanti anche Banco Popolare (+3,23%) e Unicredit (+2,1%), bene Intesa Sanpaolo (+1,56%) e Bpm (+1%). Segno positivo anche per gli assicurativi, con Generali +1,11% nel giorno della riunione del consiglio di amministrazione di fine anno. Nel comparto energetico, Eni ha guadagnato lo 0,82%, Saipem il 2,55% grazie a una promozione arrivata da Societe generale, che ha alzato il rating a «buy»; secondo balzo consecutivo per A2a (+4,16%), che ha nuovamente smentito che siano già stati presi impegni in merito all’importo dei dividendi da distribuire nel 2010. In rialzo gli industriali, con Fiat +1,26% e la controllante Exor +1,67%; Pirelli +0,94%, Prysmian +2,88%. Prese di beneficio per i titoli del cemento, dopo la corsa delle ultime sedute: Italcementi cede lo 0,26% e Buzzi lima lo 0,09%.
Tra le telecomunicazioni, segno positivo per Telecom Italia (+0,56%); contrastato il lusso, con Luxottica in rialzo dell’1,07% mentre Geox ha lasciato sul terreno lo 0,73% dopo i recenti rialzi. Positive anche le Borse europee. Al termine della seduta Francoforte sale dell’1,58%, Parigi dell’1,09% e Londra dello 0,65%. In Germania buon rialzo per Commerzbank che è salita del 6,73%, a Parigini bene Alcatel-Lucent più 2,5% e Michelin + 2,3%.