Nuovo canale Minoli in digitale con Rai Storia

«Un popolo che non ha memoria non ha futuro». Osservazione esatta ma insufficiente, se quella «memoria», oltre ad essere riproposta, non lo fosse in modo tale da attrarre l'attenzione. «E il successo di programmi come La storia siamo noi - aggiunge Giovanni Minoli - hanno convinto la Rai che finalmente era arrivato il momento giusto per aprire un canale tematico interamente dedicato alla memoria». Rai Storia - dunque - è l’attesissima nuova proposta che, in onda dai primi di febbraio sul digitale terrestre, sul satellite free, sul canale 805 della piattaforma satellitare, e in streaming sul portale rai.tv, «è già diventato competitor del ben più celebre History Channel di Sky: loro hanno totalizzato 5943 spettatori, e noi 4155». Il segreto pare sia tutto in un doppio binario: «Attingere alle 1800 ore di materiali prodotti da La Storia siamo noi e, più in generale, all’immenso patrimonio delle Teche Rai»; ma anche e soprattutto «produrre ogni giorno sette ore di programmazione totalmente nuova». «Almeno agli inizi la programmazione seguirà il metodo delle ricorrenze storiche», spiega Minoli.PS