Nuovo capo Cia: i repubblicani polemici con Bush

da Washington

Il buco lasciato al vertice Cia dalle improvvise dimissioni del direttore Porter Goss minaccia di divenire una fossa politica per il presidente Bush il cui candidato alla successione, il generale Michael Hayden, è impallinato proprio dalla maggioranza repubblicana. Al di là delle qualità dell'uomo, non piace un militare a capo dell'intelligence civile. E non pare affatto sicura la conferma in Senato dell'architetto del contestatissimo programma d'intercettazioni di telefonate ed e-mail dei cittadini americani.
La scelta di Hayden da parte di Bush non è definitiva e non sarà ufficiale prima di oggi, se il presidente la manterrà. Ma è bastato farla circolare perché si rinnovasse lo scenario della designazione di Harriet Miers alla Corte Suprema: sono gli amici, cioè i repubblicani, a sparare contro.