Il nuovo centro direzionale «crea» 1.200 posti di lavoro

Nuovi spazi, nuovi posti di lavoro e anche un nuovo albergo. «Un centro direzionale integrato, multifunzionale e fruibile che vuol dire riqualificazione per il Ponente». La soddisfazione traspare tutta nelle parole del vicesindaco Paolo Pissarello, che ieri mattina, insieme a tutte le istituzioni locali, ha salutato con entusiasmo la seconda fase del progetto di riqualificazione dell’area di Sestri, avviata lo scorso marzo dalla Coopsette con l’inaugurazione del Green Building, sede genovese della multinazionale ABB. Dunque, un nuovo centro direzionale integrato dove sbarcheranno importanti gruppi internazionali fra cui l’Hilton, Tenova-Gruppo Techint e gli store di Toys e Unieuro. Il progetto complessivamente realizzato su un’area di circa 21mila metri quadrati, ospiterà attività commerciali, uffici e servizi per un investimento pari a 100 milioni di euro, di cui 65 soltanto per la seconda fase. Il gradimento di Palazzo Tursi sale quando si sente parlare di 7 milioni di euro di oneri che la Coopsette porterà nelle casse comunali, contribuendo non poco al suo risanamento. Numeri importanti se si considerano poi, che al termine dei lavori risulteranno insediati sull’area oltre 1200 occupati, di cui 300 nei nuovi uffici Tenova, 400 a Torre San Giorgio e la restante parte impiegata nelle attività commerciali e alberghiere previste nell’area e negli uffici già in funzione di ABB. «E’ una scelta coerente con l’idea di qualche anno fa che ci porterà ad investire 100 milioni di euro – spiega Fabrizio Davoli presidente di Coopsette -. Considerando la crisi, sono questi attestati di fiducia e segnali importanti di ripresa. La Liguria ha una forza, un tesoro non sfruttato, ma ha bisogno di infrastrutture come la gronda, e quando si farà il Terzo valico avremo un ritardo di trent’anni».
Vecchi capannoni industriali già demoliti verranno così sostituiti da tre diverse strutture: il primo edificio a ponente ospiterà su cinque livelli il centro direzionale di Tenova (che ha già comprato l’edificio), società del gruppo Techint leader mondiale nella fornitura di tecnologie e di prodotti e servizi per l’industria metallurgica e mineraria; il secondo edificio sarà Torre San Giorgio, un centro direzionale di otto piani che vedrà l’ingresso di diverse aziende nazionali e internazionali. Nel porticato che unisce i due edifici troverà spazio la Toys, marchio del gruppo Preziosi, e lo store di Unieuro; realtà commerciali che occuperanno un’area di 4.500 metri quadrati servite da un parcheggio seminterrato di 300 posti auto. L’ultimo edificio, posizionato a levante sarà invece sede del primo hotel Hampton by Hilton in Italia del gruppo Hilton Worldwide. La nuova struttura avrà 115 camere, dislocate su cinque piani, oltre a un piano terra dove saranno posizionate altre funzioni di servizio, la ristorazione e le sale convegni. Si tratta del primo hotel marcato Hilton che sbarca in Liguria che va ad aggiungersi ai venti sparsi in Italia. Soddisfazione, ma anche preoccupazione è stata espressa da Agostino Gazzo, leader dei commercianti di Sestri: «Importante sì investire con progetti del genere a Sestri, però tutto ciò dimostra ancora una volta, che manca sinergia sul territorio per uno sviluppo concertato. Veniamo a sapere sempre tutto a cose già fatte. Chiaro è che 4500 metri quadrati di nuovi spazi commerciali, quali la Toys e Unieuro preoccupano, perché potrebbero mettere a dura prova un territorio già fortemente colpito».