Il nuovo cinema della Germania

Da domani la Fondazione Cineteca Italiana dedica una rassegna dal titolo Germania anno 2000 al cinema tedesco contemporaneo che, dalla fine degli anni Novanta, ha prodotto film di grande interesse. Undici i lungometraggi in programma, tra cui «Ai confini del paradiso», «Im Juli» e «La sposa turca» di Fatih Akin, «Catastrofi d'amore» di Andreas Dresen, «La caduta - Gli ultimi giorni di Hitler» di Oliver Hirschbiegel, «Il falsario - Operazione Bernhard» di Stefan Ruzowitzky, «Lola corre» di Tom Tykwer, «Le particelle elementari» di Oskar Roehler, «Quattro minuti» di Vhris Kraus, «Requiem» di Hans-Christian Schmid e «Le vite degli altri» di Florian Henckel von Donnersmarck e «Heimat 3».