«Nuovo Cinema» miglior film per gli inglesi

Forse non sono proprio aperti alle cinematografie straniere, ma tra le pellicole non anglofone i britannici non hanno dubbi quando esprimono le loro preferenze: Nuovo Cinema Paradiso di Giuseppe Tornatore è il film straniero più amato di sempre nel Regno Unito. Lo ha stabilito il pubblico dei lettori del Guardian, quotidiano che a marzo aveva lanciato il voto e che oggi pubblica una classifica in cui le pellicole italiane - da Pontecorvo a Fellini, da Benigni a De Sica - fanno la parte del leone. L’Oscar del 1990 di Tornatore ha stravinto nelle preferenze espresse da migliaia di lettori, ma nel commento che il giornale acclude a ogni film della Top 40 David Thomson, critico del quotidiano, bacchetta i votanti per aver scelto proprio Cinema Paradiso come film straniero da amare sopra ogni altro. Parimenti acido il commento sul secondo classificato, Amélie («la risposta francese a Tim Burton»), visto come una scelta di secondo piano rispetto a capolavori francesi come La regola del gioco di Jean Renoir o Napoléon di Abel Gance. In ogni caso, il cinema italiano fa un figurone nei gusti degli inglesi, in maggioranza tiepidi per le pellicole in altre lingue che non siano l’inglese (in Gb i film stranieri hanno i sottotitoli, non il doppiaggio). Al quinto posto c’è‚ infatti La battaglia di Algeri di Gillo Pontecorvo, all’ottavo Ladri di biciclette di Vittorio De Sica, al 16º Il Postino, al 19º La dolce vita di Federico Fellini e infine, al 40º, La vita è bella di Roberto Benigni.