Nuovo club dei Lions «Anime del Paradiso»

Preg.mo dr. Lussana, è la seconda volta che le scrivo (la prima in difesa dell’ospedale villa Scassi); anche questa volta le mie parole voglio avere un significato, diciamo, generoso. Posso capire l’imbarazzo che le creo, se mi darà l’onore della pubblicazione può creare un precedente; veda lei, io mi propongo «in punta di piedi». Ho atteso che finisse il commercio di crisantemi e lumini; lascio spazio al rispetto ed al sentimento. Mi consenta di calarmi nel «surreale». Un modo (forse originale) per onorare i defunti.
«Apprendiamo dalla più autorevole Agenzia di informazione, la Asuap Agenzia di stampa universale delle anime del paradiso, che molti soci del Lions Club Genova Sampierdarena che avevano sospesa la loro attività presso il nostro Club per raggiunti limiti di età, essendosi ritrovati in Paradiso, ove vengono chiamate le Anime degli Uomini Giusti e Probi, hanno fondato (previo ottenimento del necessario placet da parte del Massimo Governatore, il Creatore, Grande Architetto dell’Universo) il Lions Club Sampierdarena “Anime del Paradiso”. Con immensa soddisfazione constatiamo che il nostro Club sia così rappresentato al più alto livello dell’Universo da parte di soci, da sempre nei nostri cuori e nella nostra memoria, i cui Nomi sono già scolpiti nell’Immortalità dei giusti.
Detti Soci, che in terra erano stati luminoso esempio di dedizione Lionistica, vogliono dimostrare che quando si è Lions, in qualsivoglia “dimensione” ci si rapporti, Lions si rimane; anche il raggiungimento dell’“assoluta perfezione ed amore” sia la finalità primaria dello scopo di vita di ogni “Essere Creato”. A detti cari Soci, augurando i più sublimi risultati, chiniamo reverenti i nostri capi ed eleviamo, ad imperituro ricordo, i nostri cuori».

da oltre un quarto di secolo
socio Lions club Genova Sampierdarena

Gentilissimo signor Dallavia, non so come lei possa essere così sicuro che le persone di cui parla siano finite proprio in Paradiso, ma mi associo a lei nello sperare che così sia. Il Grande Architetto dell’Universo, come lei definisce Colui che tutto vede e provvede, certamente saprà riconoscere gli esseri umani giusti da quelli che non lo sono. E mi auguro, come del resto fa lei, che il giudizio finale avvenga sul serio. I Lions, per la dirittura morale che li contraddistingue fin dal 1917 quando il benemerito M. Jones li fondò a Dallas, sono sempre stati un punto di riferimento per le persone per bene. Saper vivere nel rispetto del prossimo, avere dei valori e non dimenticare la solidarietà umana sono elementi essenziali della società civile di cui i Lions sono un fulgido esempio.
\