Il nuovo fenomeno? Si chiama Gabriele

Il giornale locale, lo Houston Chronicle, ha ribattezzato il tutto «A dream come true», cioè il sogno che diventa realtà. Ed in effeti Gabriele Cirigliano, un 17enne di Arezzo in vacanza nel Texas, mai si sarebbe aspettato un giorno di poter battere una punizione con Messi e Del Piero a fianco. Invece è successo ieri sera nel «Free kick Masters», ovvero il torneo apposito al quale hanno partecipato anche big come Ronaldinho, Torres, Podolski e Deco. Premio in palio (tra l’altro): un milione di dollari. È successo insomma che Gabriele, giocatore dell’U.T. Chimera, è andato negli Stati Uniti a passare un po’ vacanza dagli zii a Houston. Lì, gioca qualche partitella e gli amici lo convincono a iscriversi al provino di «Calcia le punizioni con i tuoi idoli», una specia di Corrida per sconosciuti del pallone. Gabriele insacca e incassa: tirando da 21 e 30 metri con una barriera finta davanti, riesce a colpire due bandierine agli angoli della porta, e finisce per vincere il premio: una serata con i suoi idoli al Reliant Stadium di Houston a fianco di tutti i suoi idoli calcistici, per sfidarli alle punizioni. È successo stanotte e di sicuro - visto i nomi che doveva affrontare - non avrà certo vinto il milione. Però di sicuro è stato comunque un successo.