Il nuovo Grifone punta tutto sui giovani: per età media secondo solo alla Juventus

Il futuro è dei giovani. Espressione che abbiamo sentito più volte. Quando poi si parla di sport viene quasi naturale pensare che più si è giovani e più è facile primeggiare. Alt. Non sempre è così. Nello sport come nella vita per vincere, è vero, ci vuole freschezza atletica, quella che si possiede in gioventù, ma senza l'esperienza che si acquisisce col tempo è difficile imporsi. Ora scopriamo che il probabile undici base del Genoa 2010/2011 per età media è secondo solo alla Juventus: 25,63 contro i 25,54 dei bianconeri. Dicevamo dell'esperienza. Ed ecco quindi che le figure dei senatori Dainelli in difesa, capitan Rossi a centrocampo per finire con Toni in attacco saranno fondamentali per l'equilibrio della squadra. I vari Ranocchia, Chico, Zuculini e tutti gli altri giovani potranno così mettere al servizio del team la loro freschezza atletica che il Gasperson cercherà di miscelare al meglio proprio con l'esperienza dei senatori. E pazienza se i risultati non arriveranno subito. Concetto ribadito dal patron Preziosi intervenuto a RadioToscana. «Per ora abbiamo investito parecchio e credo che nelle prossime stagioni raccoglieremo i frutti».
Un bel secchio d'acqua gelata per smorzare l'eccessivo, così definito da mister Gasperini, entusiasmo che si respira in città. «Anche in questo campionato - ha proseguito il presidente Preziosi - vedo l'Inter favorita, con Roma Juve e Milan a ruota. Penso comunque che Genoa, Palermo, Napoli e Fiorentina possano disputare un ottimo torneo». Toglie Sculli dal mercato affermando «che resterà a Genova», mentre esclude l'arrivo dell'argentino Insua, «le sue richieste erano troppo elevate». Sui nuovi arrivati non nasconde l'entusiasmo per i centrocampisti Zuculini e Veloso. «Il primo è molto interessante, mentre il portoghese è uno dei centrocampisti più forti d'Europa. Con lui abbiamo finalmente rimpiazzato la partenza di Thiago Motta». Chiuso il mercato in entrata la società di Villa Rostan sta cercando di piazzare quei giocatori in esubero. Se per Francesco Modesto non sembra essere arrivata nessuna offerta importante, a causa probabilmente del suo alto ingaggio, più vicina sembra essere la cessione di Vanden Borre. Saltata la trattativa con il Lecce si è fatto avanti il West Ham.