«Con un nuovo gruppo più voti al centrodestra»

Pennisi: «La nascita del movimento avrà conseguenze in giunta»

«Che c’è di male se Letizia Moratti trasforma la sua lista civica in un movimento politico?». Interrogativo di Milko Pennisi che si dà pure la risposta: «Sono favorevole teoricamente alla nascita di questo nuovo raggruppamento politico che porterebbe valore aggiunto». Come dire: «Nessun dubbio che la lista civica alle Provinciali 2009 aggiungerebbe voti al centrodestra».
Ma, chiosa il consigliere comunale di Forza Italia, questa «scelta avrebbe una conseguenza nella giunta di Palazzo Marino»: «Se i tecnici che oggi siedono nella giunta comunale si candidassero - com’è la voce che circola - significa procedere alla loro sostituzione e, attenzione, non più come tecnici bensì come politici». Messaggio chiaro: la ripartizione degli spazi di governo sarebbe tutt’interna ai partiti «visto e considerato che la lista civica si è trasformata in una forza politica».
Considerazione che Pennisi accompagna, «tengo a precisare», con l’ok al partito: partito che però «rappresenterebbe un errore, uno sbaglio soltanto per Letizia Moratti e come persona»: «L’impegno dei suoi supporter, di quel mondo dei professionisti milanesi che l’hanno sostenuta, verrebbe invece ulteriormente valorizzato come accade, sempre nel centrodestra, anche in altre realtà nascenti». Giudizio finale che Carlo Fidanza non sottoscrive pur ammettendo di non essere contrario in linea di principio: «Penso che sarebbe un azzardo ma le sfide si fanno e, perché no, si tenta di vincerle». «Azzardo» precisa il capogruppo consiliare di An perché «sarebbe la prima volta di un esperimento politico, quello di una lista civica ad personam che si presenta alle amministrative senza candidare la persona cui è intestata».
E questo dettaglio «non è da poco». «Il tema non è urgente ma bisogna affrontarlo all’interno della coalizione, e che i partiti siano tutti d’accordo». Avvertenza che il trentunenne Fidanza fa seguire da un dato politico: «I sindaci dell’hinterland contestano il ticket d’ingresso a Milano. Insieme ai loro cittadini protestano contro Letizia Moratti e l’assessore Edoardo Croci. Be’, ho una perplessità: come faranno a raccogliere voti nei Comuni della Provincia? Non vedo una campagna elettorale facilissima e, senza forse, anche per questo bisogna affrontare il tema di questo esperimento che sarebbe guidato da Mariolina Moioli».