Nuovo look per la perla del Tigullio

Pavimentare e pedonalizzare il Centro città è la parola d'ordine del piano triennale delle opere varato dall'amministrazione di Santa Margherita.
L'assessore ai lavori pubblici Alberto Balsi illustra un elenco dove si preventiva una spesa pari a oltre 22 milioni di euro.
Tanti, pochi? «Pochi in rapporto alla capacità di spesa del Comune di “Santa” in assenza del patto di stabilità interno».
Oltre ai lavori di sistemazione delle vie centrali, alla voce «anno 2008» spicca un'opera fortemente contestata dalla minoranza come il nuovo alloggio di servizio presso il minigolf, nell'area adiacente e comunicante con il Parco del Flauto Magico disegnato da Lele Luzzati.
«Nonostante si tratti di un'abitazione di circa 50 metri quadri con locale da adibire a magazzino, non costituirà un nuovo volume in quanto lo spazio sarà ricavato sotto una terrazza già presente. Quest'opera (100.000 euro, n.d.r.) è stata voluta per garantire una continua attività di monitoraggio dello stato di conservazione dei parchi».
A forte rischio di popolarità anche il nuovo frantoio del valore di 300.000 euro previsto in località Costamezzana, contestato da un comitato di quartiere che si dice «pronto a tutto. In campagna elettorale - afferma la portavoce Valeria Ghizolfi - c'era stato promesso la riqualificazione della zona attraverso la creazione di giardino pubblico. Di più: erano già stati varati appositi espropri. Invece, ora, si prevede un impianto industriale tra le case, con strade d'accesso inappropriate».
Attenzione particolare riservata al campo sportivo Ennio Broccardi a cui, sempre nel 2008, saranno destinati 350.000 euro concessi dalla Provincia e finalizzati alla copertura e al potenziamento del campo a 5 mediante «nuova tribuna da 500 posti e copertura in legno lamellare e vetro sufficientemente alta perché la struttura possa ospitare anche partite di pallavolo».